PIETRO MARCATTILI nella storia

Pietro Marcattili, atleta dell’Imola Roller, Polisportiva Tozzona, col  pattinaggio  come un secondo cuore, dopo 20 mesi di inattività,   decide quest’anno di rimettersi in gioco e riparte  schierandosi nella categoria Jeunesse.

Dalla timida cautela iniziale, il clima di squadra lo porta  gradualmente  ad  esibire grandi capacità che  lo inseriscono  fra i primi cinque classificati nei campionati italiani FIHP.

Il  Commissario Tecnico Nazionale Fabio Holland lo nota e lo convoca  per la Coppa Europa in programma  a  Dijon in Francia.

Sono presenti le selezioni di: Germania, Belgio, Spagna, Estonia, Francia, Gran Bretagna, Olanda Portogallo e Slovenia.

Dopo emozionanti prestazioni, il primo oro per l’Italia è proprio il suo (così cita la FIHP); vince nettamente sia lo Short Program che  il  Programma Lungo.

Sale sul gradino più alto del podio e la storia entra  in città;  è il primo atleta imolese a vincere la Coppa Europa nel pattinaggio artistico.

In trasferta internazionale, oltre  alle grandissime performance  sportive,  l’atleta imolese si  distingue per il comportamento e viene  citato come esempio dai tecnici  federali.

Prima dell’Axel o del Toe-loop, all’Imola Roller si apprendono le norme di comportamento e  convivenza  civile che pongono gli atleti a proprio agio in qualsiasi contesto sociale.

Questi commenti giunti dall’alto,  ci danno la  consapevolezza che lo sport, tutto,  se indirizzato nella giusta direzione assume una funzione che va ben oltre al mero risultato di classifica.

Staff Imola Roller